sabato 21 febbraio 2009

NUOVE PRIMARIE SUBITO !

"Noi non torniamo indietro, non abbiamo paura, non è l'8 settembre che ci attende Non siamo un gregge che si disperde alla prima sassata. Quello di oggi è il passaggio più difficile che un giovane partito può trovarsi a affrontare e la scelta di tornare alla sovranità dell'assemblea è stata anche contro una rappresentazione di noi che viene data dai media: siamo capaci di affrontare questo momento in piena democrazia e senza isteria".
Anna Finocchiaro all’apertura dell’Assemblea del Partito Democratico
Concordiamo totalmente ( anche se qualche sassata sarebbe ora che la restituissimo anche noi invece di stare a prenderle e basta) e accogliamo l’invito ad affrontare il momento ” in piena democrazia e senza isteria “
E dunque cosa c’è di più democratico per un partito che è nato con la velleità di far scegliere direttamente il proprio gruppo dirigente dai suoi aderenti se non di proseguire senza indugi su questo cammino a prescindere dalle difficoltà del momento?
Credo che nessuna ragione al mondo potrebbe condurre ad una decisione diversa da: NUOVE PRIMARIE SUBITO !
Questo per un motivo talmente semplice da apparire banale, ovvero: siccome la democrazia è un concetto che o si applica sempre oppure non è democrazia di cosa si sta discutendo oggi ?
Spero che il dibattito sia sul futuro politico del Partito, sul suo ruolo in questo paese e sugli strumenti migliori da mettere in campo per opporsi al fascistume che sta distruggendo giorno dopo giorno , decreto dopo decreto, quello che di buono si è costruito in questo Paese dalla Resistenza in poi.
Troveremmo assurdo, davvero, se oggi si perdesse tempo a discutere se nominare il buon Franceschini (in attesa di tempi migliori per far esprimere la base) o sulle NUOVE PRIMARIE SUBITO !
Utilizzare gli eletti all’Assemblea Costituente per decidere su una questione che è fuori discussione , temiamo sia un’ulteriore dimostrazione che ormai il panico ha prevalso e che quell’isteria che Anna auspicava non entrasse in gioco nelle decisioni ha già fatto i primi danni.
Impegnare tremila persone che hanno idee, intelligenza, passione in un dibattito così superfluo è un ulteriore “vulnus” che si andrebbe ad infliggere ai gangli vitali di un Partito che già è in sofferenza.
E allora ( ma solo perché la speranza è sempre l’ultima a morire) vogliamo ancora credere che la giornata di oggi sia davvero un momento che potremo ricordare come il giorno del nostro rilancio e non , invece, la solita liturgia trita e ritrita di un Partito insabbiato che continuando a far girare a vuoto le proprie ruote affonda sempre di più.

3 commenti:

Skeight ha detto...

Nuove primarie (bocciate) subito!

Anonimo ha detto...

Fate quello che volete, tanto perderete sempre. Quanti leader avete cambiato? Noi abbiamo sempre lo stesso e nonostante cercate il pelo nell'uovo è lui che ha fatto qualche cosa per le famiglie nonostante un enorme debito pubblico. Voi continuate a ricordare la social card criticandola ma il bonus famiglie? Guardate che quello aiuta molta gente. Certo voi lo negherete per partito preso ma in reltà "per fortuna che c'è Silvio"

Anonimo ha detto...

Anche in Cile per tanti anni c'è stato sempre lo stesso leader e in Italia Mussolini è durato trentanni. Goditelo finchè puoi il tuo leader piduista e mafioso . Tra di voi andate daccordo vi pacete pperchè siete della stessa apasta